La Fiumana ad ESTOVEST – Sabato 3 gennaio 2009, ore 11.15, Rai Tre FVG

Riportiamo uno stralcio dell’agenzia reperibile sul sito http://www.asca.it/home.php alla pagina http://www.asca.it/regioni-RAI__AD_ESTOVEST_LA_CRISI_ECONOMICA_NEI_PAESI_BALTICI-355562–.html

Estovest, la rubrica della Tgr realizzata dalla sede Rai per il Friuli Venezia Giulia, e in onda il sabato, alle 11.15 su Raitre

Era la squadra dell’orgoglio di Fiume italiana, e oggi c’e’ chi vorrebbe riportarla in serie C, la categoria in cui militava nel ’43. Estovest ripercorre la storia dell’Unione Sportiva Fiumana, la societa’ calcistica nata il 2 settembre 1926, in una citta’ diventata italiana da poco. Tra gli anni ’20 e ’40 il club disputo’ i campionati di serie C e B con un mitico approdo in serie A nel campionato 1928/1929. La seconda guerra mondiale, con il passaggio di Fiume alla Jugoslavia, sanci’ anche la scomparsa della Fiumana. Nel servizio di Antonio Caiazza, Estovest cerca di capire cosa rappresenta oggi l’ex squadra di calcio per gli appartenenti alla comunita’ italiana di Fiume.

La Fiumana ad ESTOVEST – Sabato 3 gennaio 2009, ore 11.15, Rai Tre FVGultima modifica: 2009-01-01T10:08:00+00:00da fiumana1
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “La Fiumana ad ESTOVEST – Sabato 3 gennaio 2009, ore 11.15, Rai Tre FVG

  1. Ho già visto altre volte questo programma, è molto interessante, come del resto quasi tutti quelli proposti dalla terza rete Rai…ma ora che parla anche della mitica FIUMANA lo seguirò ancora più volentieri!!! Vi assicuro ke vale la pena guardarla…ciao a tutti!!!

  2. Estovest è un programma che seguo da diversi anni quando posso e, dato che spesso si occupa anche di vicende giuliano-dalmate, speravo proprio in un servizio sulla rinascita della Fiumana, è oggi finalmente c’è stato: complimenti per la messa in onda e per aver mostrato il punto di vista dei fiumani rimasti. Peccato però che non siano stati citati gli ideatori del progetto e che il servizio si sia concluso in maniera diciamo non in linea con l’obiettivo finale: dopo aver lasciato far dire in pratica che la rinascita della Fiumana non serve e che è meglio mantenerla viva solo nei ricordi, personalmente avrei successivamente inserito nel servizio ad esempio le argomentazioni dei Vatta anziché concluderlo in quel modo. Ridare vita alla Fiumana è una sfida affascinante, “romantica” e anche doverosa. Proprio il fatto che i giuliano-dalmati sono ormai sparsi dappertutto rende la Fiumana un concreto punto di riferimento per tutti (esuli, rimasti e non); inoltre la sua ricostituzione sarebbe una testimonianza tangibile anche di quel passato, contribuendo successivamente a diffondere ancora di più la storia di quelle terre e magari a stimolare ulteriori ricerche su quel passato anche sportivo, mentre mantenerla solo nei ricordi rimarrebbe circoscritto a poche persone col rischio che tutto ciò non sia adeguatamente ricordato specialmente in futuro.
    Attendo adesso il servizio di “Chi l’ha visto”, e magari anche di qualche altra trasmissione in seguito.
    VAI FIUMANA!!!!

  3. Che altro aggiungere a quanto da te puntualmente osservato, caro Marco?
    Ma siamo sicuri che, allorquando il nostro progetto sarà ben conosciuto da tutti, i dubbi e le perplessità di questo genere si dissiperanno da soli. Del resto, non possiamo pretendere che tutti sappiano, già adesso, che cosa intendiamo fare: una delle tappe d’avvicinamento, però, sarà proprio la trasmissione CHI L’HA VISTO? del prossimo 12 gennaio, in cui avranno voce i rifondatori della Fiumana. E non sarà che l’inizio…
    Un’iniziativa romantica di questi tempi pare inverosimile: noi lo comprendiamo, ma sappiamo che quanto realizzeremo non potrà che piacere ai cuori puri! 😉

Lascia un commento